Grottole


Il comune di Grottole si trova in provincia di Matera su di un colle a 480 metri si altezza.

grottole

Grottole

Nei dintorni di Matera sorge Grottole, piccolo e simpatico paese con molte cose da vedere.

Anticamente veniva chiamata Cryptulae, in latino. Il nome deriva dal greco Kruptai, ossia grotte.

Grottole antica, tra l’altro, è uno dei paesi più arcaici della Basilicata.

Non a caso le antiche cryptulae rappresentano i primi insediamenti, poi utilizzati come stalle e depositi.

cosa vedere a grottole

Cosa vedere a Grottole

Ci sono molte cose da vedere a Grottole.

La sua posizione, ed il meteo molto favorevole, regalano al visitatore svariate possibilità di tour.

Oltre alle visite dedicate ai monumenti, e agli insediamenti archeologici in zona, potrai immergerti nella splendida natura circostante.

Grottole, infatti, si trova vicino al Bosco Coste ed al lago di San Giuliano.

Sono 2 patrimoni naturali ricchi di particolarità faunistiche e floristiche molto interessanti.

Tra le cose da vedere in città, invece, le più importanti sono:

  • Il Castello feudale,
  • la Chiesa Madre,
  • La Chiesa diruta,
  • il Monastero dei Cappuccini,
  • l’Abbazia di Sant’Antonio Abate,
  • la Chiesa di San Rocco,
  • il Convento dei Frati Predicatori o di San Domenico.

castello di grottole

Il Castello feudale

Il Castello feudale di Grottole lo puoi scorgere da molti lati della città.

Esso, infatti, sorge nel punto più alto. Probabilmente nel punto in cui si ergeva un antico insediamento romano.

La torre del castello risale al IX secolo, e fu realizzata per volere del principe lomgobardo Siconolfo.

Ha subito negli anni vari usi, e ammodernamenti.

Nel XVII e XVIII secolo venne ampliata la volumetria sotto il regno dei Sanseverino.

In precedenza fu possedimento dei Sances.

chiesa madre grottole

Chiesa Madre

La Chiesa Madre di Grottole risale al XV secolo. Dedicata a Santa Maria.

Divenne, poi, la Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Nel secolo XVI il feudatario Gaetano Honorati la donò ai Frati domenicani.

I religiosi la preservarono per ben 3 secoli.

Da vedere nella Chiesa Madre sono:

  • l’Organo
  • il Coro in legno del settecento,
  • ed il Battistero,
  • ed il chiostro del convento.

Il Convento dei Frati Predicatori o di San Domenico venne costruito a ridosso della Chiesa di Santa Maria Maggiore.

chiesa diruta Grottole

Chiesa Diruta

Una delle cose più belle da vedere una volta arrivato a Grottole è la Chiesa Diruta.

Puoi trovarla sulla via principale del centro storico, via della Resistenza.

E’ imponente, enorme e di grande effetto.

Ogni volta che ci vado, scatto tante foto, è veramente bella.

La Diruta risale al XV secolo. Chiamata diruta, o caduta era la Chiesa dei patroni della città: San Luca e San Giuliano.

Restarono i 2 patroni di Grottole sino al 1815.

L’impianto è a croce latina, con arcate maestose che dovevano reggere una cupola ad ellisse, che non fu mai costruita.

interni chiesa diruta

Guardando la Chiesa dal retro puoi riconoscere la navata centrale, ed il transetto che si insinua in un grandissimo arco trionfale.

Ma la cosa che ti sbalordisce della struttura sono le dimensioni.

La Diruta, infatti, è alta 30 metri, larga circa 20.

Sono visibili ancora le mura intorno, le fogge per la sepoltura e alcuni ambienti mai terminati.

Giulio Carrara della Padula intervenne in ulteriori lavori nel 1595. In seguito subì altri interventi nel 1600.

Ma purtoppo nel 1694 la Chiesa ebbe grossi danni a causa di un forte terremoto.

E si aggiunsero altri danni nel terremoto del 1980.

Oggi, comunque, è possibile visitare la Chiesa Diruta sia esternamente che internamente.

Conserva un fascino ancora unico.

cryptulae

Monastero dei Cappuccini

Il monastero dei Frati cappuccini di Grottole nasce nel 1601 per volere di Re Filippo III.

Fu dedicato a San Francesco d’Assisi. Le forme sono regolari.

C’è un ingresso alla Chiesa con il campanile in alto e le varie stanze che si prolungano sul lato sinistro.

Da notare le finestre tutte diverse tra loro in grandezza. Il portale venne progettato da Giuliano Carrara della Padula.

Dal portale entri nel chiostro rettangolare dove puoi notare una serie di archi a tutto sesto.

Nelle navate della Chiesa, poi, ci sono una serie di altari ed edicole votive, con vari stucchi.

Al piano superiore c’erano, invece, le stanze dei cappuccini.

Puoi trovarlo in contrada Serre, alla periferia dela paese.

convento frati cappuccini di grottole

Feste e appuntamenti da non perdere

Le date da ricordare per assistere agli appuntamenti più importanti e culturali sono:

  • il 16 gennaio, festa di Sant’Antonio Abate
  • 3 maggio, festa del Crocifisso,
  • il 15 agosto, l’Assunzione,
  • 16 agosto, San Rocco, patrono di Grottole,
  • 13 e 14 ottobre, la fiera di San Luca.

come arrivare a grottole

Come arrivare a Grottole

Arrivare a Grottole è molto semplice. La città ha una distanza da Matera circa 25 km.

Puoi raggiungerla sia dalla SS 7 Appia, che da una strada interna sp 8, che costeggia l’oasi di San Giuliano.

Nelle vicinanze di Grottole sorgono 2 caratteristici paesi della Basilicata:

cavatelli tipici

Piatti tipici

I piatti tipici di Grottole nascono dalla tradizione povera, ma genuina che deriva dai prodotti semplici della terra lucana.

Una gastronomia fatta in casa senza elaborate sofisticazioni.

Pura e originale come era una volta.

– Approfondisci le notizie sulla cucina grottolese.