Tricarico


 

Tricarico è un borgo lucano ricadente nella provincia di Matera.

 

E’ un luogo ricco di storia e natura, e arte.

 

Si trova a pochi passi dalle Dolomiti Lucane.

 

tricarico basilicata

 

Tricarico Matera: paese autentico lucano

Tra i tanti borghi della Basilicata Tricarico è di certo uno fra i più interessanti e importanti.

 

Vediamo cosa offre ai visitatori l’antica città normanno araba.

 

rovine saracene

Storia antica

Il comune di Tricarico vanta una storia molto antica e soprattutto variegata.

 

La sua fondazione si attesta intorno al VI secolo avanti Cristo.

 

Numerosi sono, infatti, i ritrovamenti nella zona dei Cappuccini.

 

I primi documenti storici risalgono al periodo longobardo, in cui fu eretto il piccolo borgo intorno al IX secolo.

 

In seguito, intorno al IX e X secolo, Tricarico divenne prima cittadella araba, e poi fortificazione dei bizantini.

 

Da XII fino al XVI secolo passò sotto il dominio dei Normanni da parte dei Sanseverino.

 

Fu un luogo in cui diverse etnie si mescolarono fra loro nei diversi periodi storici.

 

Ricordiamo che tra il XV ed il XVI secolo accolse prima una comunità ebraica e, poi, una di derivazione albanese.

 

Il Principe dei Pietro Antonio Sanseverino, durante il governo del paese, difatti, prese in moglie Irina Castriota Scanderbeg, nipote del famoso eroe  arbereshe.

 

Questa moltitudine di popoli, e culture, ha permesso a Tricarico città di divenire centro urbano dai mille volti.

 

Sono moltissime le cose da vedere e conoscere in questa affascinante provincia lucana.

 

Vediamole insieme.

 

balconi antichi tricarico

 

Cosa vedere a Tricarico Basilicata

Fra le attrazioni più belle quali sono quelle di cui non puoi fare a meno di visitare.

 

torre normanna

 

La Torre Normanna

Uno degli elementi più rappresentativi della città è di sicuro la maestosa Torre Normanna.

 

La noti chiaramente data la sua altezza di circa 27 metri.

 

Ha le parteti larghe 5 metri ed è di certo uno degli elementi simbolo e di riferimento della città.

 

Il Duomo

La Chiesa di Santa Maria dell’Assunta rappresenta il duomo di Tricarico ed è anche la cattedrale in cui ha sede la diocesi.

 

La sua costruzione è legata a Roberto d’Altavilla. Ed è famosa perchè qui Luigi I D’Angiò venne proclamato re di Napoli.

 

Molte sono anche le Chiese ed i monasteri ricchi di affreschi.

 

convento santa maria del carmine affresco

 

Tricarico paese di Chiese e Conventi

Fra i vari luoghi di culto meritano una visita:

 

  • il Convento si Sant’Antonio da Padova;

 

  • la Chiesa di Santa Chiara;

 

  • La Chiesa di Santa Maria delle Grazie;

 

  • Santa Chiara;

 

  • e Santa Maria del Carmine.

 

Aree archeologiche

Molte sono anche le zone archeologiche come:

 

  • Serra del Cedro;

 

  • Sant’Agata;

 

  • Calle;

 

  • Piano della Civita.

 

Da non dimenticare le zone della Torre saracena e della Rabata.

 

Il Museo archeologico

Il bellissimo Museo archeologico è stato progettato nelle stanze del Palazzo ducale.

 

Si trova in via Veneto n.2, tel. 0835 726268.

 

Palazzi nobiliari

Molti sono, inoltre, i palazzi nobiliari tricarichesi, sparsi in tutte le zone del centro storico.

 

Hanno una datazione che va dal 1500 al 1700.

 

Il Santuario della Madonna delle Fonti

Di particolare interesse è la Chiesa che si trova nel bosco che conserva lo stesso nome.

 

E’ un luogo di alto valore religioso per Tricarico provincia di Matera ed anche per altri comuni nelle vicinanze.

 

A Maggio molti pellegrini coprono distanze da 10 a 30/40 km per raggiungerla a piedi.

 

Orti Saraceni

Di notevole pregio architettonico sono gli orti dei saraceni.

 

Incredibile è la conoscenza e l’ingegno di quei popoli che hanno realizzato tali strutture.

 

Il Bosco

La vegetazione boschiva ointorno al paese rappresenta uno degli attratori più indicativi della città.

 

Il verde di Tricarico è ricco di specie floristiche e faunistiche di enorme interesse.

 

Nei dintorni, tra l’altro, si ergono le bellissime cime delle Dolomiti Lucane, raggiungibili facilmente a pochi chilometri di distanza.

 

Da vedere anche:

  • Il Carnevale e le maschere;

 

  • Cosa vedere nei dintorni;

 

  • Come arrivare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.