Carlo Levi


Chi era Carlo Levi: storia del poeta in confino in Basilicata.

carlo levi a matera

Carlo Levi: la storia, le opere e la vita in terra di confino

Il pittore, scrittore e giornalista Carlo Levi nasce a Torino nel 1902 del 29 novembre.

Sin da bambino, dai primi anni di scuola, fu affascinato dall’arte di dipingere. Una passione che lo accompagnerà per tutta la vita, al Liceo, e durante e dopo l’Università.

Nel 1924 consegue la laurea in Medicina presso l’Università di Torino.

Comincia come assistente l’esperienza lavorativa presso l’istituto clinico torinese, che durerà un anno.

Nel 1923, inoltre, va per la prima volta a Parigi.

parigi ai tempi di carlo levi

Viene a conoscenza, in quel periodo, delle opere dei Fauves, di Chaïm Soutine e di Amedeo Modigliani.

Da qui in poi, comincerà a nascere un sentimento di ribellione dall’oppressione fascista e l’incitamento alla cultura.

Abbandona presto l’idea di esercitare la professione di medico, per seguire le inclinazioni legate all’arte e alla scrittura.

Le prime opere ‘Il Ritratto del Padre‘ ed ‘Il Levigato nudo di Arcadia‘ gli consentono di partecipare alla Biennale di Venezia del 1924.

Continua a frequentare la Scuola Pittorica di Parigi, e quello stile influenzerà moltissimo il l’artista torinese.

Raggiungerà, infine, l’apice dell’ispirazione con la conoscenza nel 1929 di Modigliani e dei suoi affascinanti dipinti.

modigliani e levi

Influenze artistiche

In breve Levi entra a far parte del Movimento Pittorico piemontese chiamato ‘I Sei Pittori di Torino‘.

Grazie a tale associazione, sarà in grado di esporre le proprie opere in giro tra paesi italiani e altri paesi europei.

Per Carlo Levi la pittura è l’espressione della libertà. Al contrario della retorica arte del tempo, sotto la supervisione del regime fascista.

E’ il 1930 quando il pittore torinese entra a far parte del movimento antifascista ‘Giustizia e Libertà‘.

Per ovvi motivi viene arrestato più volte.

  • La prima nel 1934 per due mesi l
  • La seconda, nel 1935, viene condannato al confino in Lucania.

Arriva, difatti, prima a Grassano, e successivamente ad Aliano, due piccoli centri in provincia di Matera.

aliano basilicata

L’Esperienza del Confino

L’esperienza in Basilicata, tra l’altro, ispira l’artista Carlo Levi nel comporre il famoso romanzo storico dal titolo Cristo si è fermato ad Eboli.

Ambientato alla vita tra i rioni e le antiche case nei Sassi di Matera e del sud Italia.

Insieme con altre opere realizzate in quel periodo: come i quadri Lucania ’61, le poesie il Bosco di Eva, L’Invenzione della Verità, L’Imitazione dell’Eterno.

grazia dal governo italiano

La Grazia

Nel 1936 il governo di di più

Ti interessa approfondire l’esperienza di Carlo Levi in Basilicata? segui gli itinerari letterari di Aliano.

E scopri tutte le visite guidate a Matera e fra i paesaggi nel cuore della Basilicata!