Pettole


Come preparare le famose pettole come da tradizione pugliese e materana.

pettole

Pettole

In questa pagina capirai in che modo preparare le famose pettole con la ricetta tipica di Puglia e Basilicata.

Le pettole pugliesi e materane nelle ricette tradizionali, spiccano, per la semplicità degli ingredienti e la preparazione antica, importantissima.

Ci sono, infatti, alcuni ingredienti supplementari che tra loro si differenziano, perchè si possono aggiungere o meno.

Ma la base della preparazione è sempre la stessa.

E’ un prodotto tipico che rallegra le tavole durante il periodo invernale e prenatalizio.

olio d'oliva per le pettole pugliesi

Ingredienti

Ora vediamo insieme quali sono gli ingredienti necessari.

Per cucinare le originali pettole come una volta serve:

  • 300 gr di farina 0,
  • 200 di farina di grano duro,
  • 13 gr di lievito di birra o altro tipo,
  • acqua tiepida per impastare e creare l’amalgama,
  • sale q.b.,
  • abbondante olio extravergine d’oliva.

Preparazione

Prepara un tavoiliere per impastare e fai scaldare un pentolino di acqua.

In seguito prendi le farine e mischiale per ottenere un impasto omogeneo.

Impasta pian piano il tutto insieme al lievito, con l’aiuto dell’acqua tiepida.

L’acqua tiepida da una parte ti aiuterà a sciogliere il lievito, e dall’altra, invece, sarà utile ad impastare nel modo migliore.

Finito il lavoro di preparazione metti ben al caldo l’impasto delle pettole in un contenitore molto largo ed alto.

Servirà a far lievitare il preparato. Puoi coprirlo con qualche tovaglia, o coperta spessa, non metterlo vicino a fonti di calore.

Ricordati di non chiuderlo, ma di socchiuderlo con un coperchio per permettere alla pasta di lievitare.

Lascia lievitare la massa per almeno 5 o 6 ore.

L’impasto per fare pettole è pronto.

La Frittura delle pettole

Siamo giunti alla frittura.

Ora l’impasto lievitato sarà facile da lavorare e quindi fritto in olio bollente.

Prepara una pentola alta. Aggiungi olio d’oliva ed accendi il gas, o la piastra.

Per capire se l’olio è pronto stacca un pezzettino di pasta e immergilo nella pentola.

Se il pezzetto di pettola ritorna subito a galla e frigge velocemente, allora vuol dire che l’olio è pronto per la frittura.

pettole fritte

Ora non dovrai fare altro che ripetere questa operazione con pezzi d’impasto della grandezza di metà di un pugno, ed immergerli man mano nell’olio caldo.

Ricordati di tirarli un pochino dai lati opposti senza farli spezzare. Questo serve ad allungare l’impasto e farlo cuocere omogeneamente.

Usa un mestolo bucato, o la classica schiumarola per prelevare le pettole calde dalla pentola e riporle in un piatto con della carta assorbente sul fondo.

Da mangiare calde, o anche fredde.

Ecco pronto un piatto tipico della cucina del territorio.