Palombaro Lungo


veduta interna del palombaro lungo

Il Palombaro Lungo

Il famoso Palombaro Lungo si estende sotto la piazza di Vittorio Veneto in pieno centro.

In una parte di ambienti ipogei riconosciuti come la Matera Sotterranea.

Tutta l’area sottostante alla pavimentazione rappresenta il punto di incontro tra la pietra calcarenitica della faglia pugliese e le argille della Basilicata.

Dalle colline di La Nera del Lapillo e Macamarda scorrono a valle le acque piovane e sorgive che convergono poi in questo punto.

Una volta confluite in quest’area proseguivano il proprio corso naturale riversandosi nel grande grabiglione del Sasso Barisano.

Da qui successivamente si sversavano nel torrente della Gravina, seguendo la pendenza naturale della collina.

All’estremità più alta del Barisano sono state scavate enormi cisterne ipogee per conservare l’acqua che proveniva dai colli.

Tali invasi sotterranei hanno preso il nome di Palombari.

Il Nome

Il nome deriva dal latino palombarius (rapace che si getta sulle prede e si immerge) o probabilmente dal greco κoλυμβω ( Colimbao), mi immergo.

Nell’Iliade (XVI) si ha un primo riferimento a questo termine, ‘Palombari Nudi’, quando si parla della caduta di Cebrione.

Durante l’assedio di Tiro nel 332 a. C., i palombari vennero utilizzati su ordine di Alessandro Magno.continua

Orari

Gli orari di accesso per le visite guidate al Palombaro Lungo sono i seguenti:

  • dalle 10,00 alle 13,30
  • dalle 15,30 alle 18,00

dal lunedì alla domenica.

In autunno e inverno le ore previste per l’ingresso possono variare.

Biglietto

Il costo del biglietto è di 3 euro per persona.

E’ opportuno chiamare il 3393638332.

Nei dintorni è possibile vedere la Chiesa della Spirito Santo e della Mater Domini.

Scoprite come fare un tour per conoscere la tecnologia idraulica della città dei Sassi !

Email: uccio.mt@gmail.com

Chiedi a Uccio !

chiama uccio acquasanta

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (richiesto)

Il tuo messaggio