Home


panorama dei sassi di matera da una grotta

I Sassi di Matera

Sembra di tornare indietro nel tempo, in un era primordiale, quando ti affacci dai dirupi delle Gravine e si mostra, davanti agli occhi, lo spettacolo irto e roccioso dei meravigliosi Sassi.

Qui l’uomo, agli albori della sua vita, trova rifugio e adorazione per un territorio ancora ignoto e inesplorato. Un luogo perfetto dove posare le proprie radici.
Sulle Murge e intorno ai declivi della Gravina vengono scavate le case in grotta e le meravigliose chiese rupestri ricche di religiosità e devozione.

Cripte, cavità e sotterranei si intrecciano tra itinerari di pietra. Immagini lontane e memorie arcaiche traspaiono dai vuoti antri di tufo.

Calcare e calcarenite si mescolano tra giardini di roccia, cave e abitazioni ataviche.
Qui si forgiano le abitudini, la cultura, i segni di una civiltà troglodita, che oggi, dopo millenni, si risveglia nell’era della industrializzazione.
Mentre nelle altre realtà del mondo il tempo continua la sua incessante corsa lungo la via del progresso e del cambiamento, pare che Matera non venga minimamente scalfita dall’onda della modernizzazione globale.

Il grande popolo materano è sopravvissuto a guerre, carestie e mancanza d’acqua.

Un modo di vivere in comunità ha mantenuto per secoli un equilibrio impeccabile.

Uno dei primi patrimoni dell’ Unesco in Italia, era già emblema della storia e della ingegnosità umana.

Ancora oggi camminando tra le vie dei Sassi questa sensazione si avverte ad ogni passo, ad ogni sosta.

Benvenuti nella città rupestre !